Assicurazione auto: domande e risposte

Cos'è e come funziona il Bonus Malus?

Tutti gli automobilisti almeno una volta nella vita hanno sentito parlare della formula Bonus/Malus, ovvero di un meccanismo che premia i guidatori più rigorosi e vigili e che quindi non causano sinistri, ma come funziona esattamente?

Formula Bonus Malus: significato

La formula Bonus/Malus è una delle più applicate in ambito RCA, cioè la polizza assicurativa a copertura dei danni cagionati a terzi nella circolazione dei veicoli a motore. Prevede una scala di merito secondo la quale se non si causano sinistri si avanza, mentre se vengono provocati sinistri si scende con conseguente aumento del premio da pagare. Questo perché un automobilista che causa dei sinistri per la compagnia rappresenta un costo e naturalmente questo costo deve essere sopportato da costui. La possibilità di risparmiare sul premio assicurativo attraverso una guida prudente inoltre sollecita gli automobilisti a prestare particolare attenzione alla guida e a rispettare il codice della strada. Di conseguenza questo meccanismo che può essere definito premiale migliora la sicurezza su strada per tutti gli automobilisti e utenti.

Come funziona il Bonus Malus auto

Molti automobilisti fanno confusione sul funzionamento del meccanismo Bonus/Malus. La prima cosa da dire è che le singole compagnie di assicurazione possono avere delle piccole varianti sul funzionamento generale, questo però non invalida la possibilità di vedersi riconosciuta la propria classe di merito anche nel caso in cui si dovesse passare da una compagnia ad un'altra, ad esempio perché è stato proposto un premio inferiore. Tale passaggio con diritto alla conservazione della classe di merito è possibile grazie alle tabelle di conversione dell'IVASS (Istituto di Vigilanza Assicurazioni.

Fatta questa premessa si passa a capire il funzionamento. La prima cosa da dire è che generalmente le compagnie di assicurazione prevedono 18 classi di merito. I nuovi assicurati partono dalla quattordicesima classe di merito. Se durante l'anno si provocano dei sinistri di retrocede di due posizioni, se invece non si causano sinistri si sale di una classe di merito. La retrocessione porta ad un aumento del premio da pagare, mentre l'avanzamento porta ad una diminuzione del premio da pagare. Ciò fino al raggiungimento della prima classe di merito. Per gli automobilisti che conservano la prima classe di merito nel tempo è possibile che le compagnie prevedano anche altri meccanismi premiali, ad esempio la possibilità di non avere il declassamento nel caso in cui si provochi un sinistro di lieve entità. Per quanto invece riguarda l'aumento o la diminuzione del premio, le compagnie decidono con una certa autonomia l'ammontare. Il Bonus/ Malus viene determinato nel periodo di osservazione e approvato due mesi prima la scadenza contrattuale, questo vuol dire che se il sinistro viene provocato in questo arco temporale, cioè nei due mesi antecedenti la scadenza contrattuale, il declassamento sarà attivo dall'anno successivo.

La Legge Bersani e il Bonus/Malus

Deve essere notato che sebbene in precedenza sia stato detto che i nuovi assicurati partono dalla quattordicesima classe di merito, gli stessi possono usufruire della Legge Bersani, questa prevede la possibilità per i nuovi assicurati di partire dalla classe di merito di un convivente, ad esempio il figlio può usufruire della classe di merito del genitore, il coniuge, di quella dell'altro coniuge. Per poter ottenere i benefici della Legge Bersani è necessario che la polizza riguardi la stessa classe di veicoli. Ad esempio l'assicurazione del padre è su una moto e in questo caso il figlio potrà ottenere il vantaggio solo per la moto.

In passato inoltre la compagnia di assicurazione ogni anno prima della scadenza contrattuale doveva inviare all'assicurato il documento relativo alla classe di merito, cioè l'attestato di rischio, in questo modo era possibile chiedere ulteriori preventivi, oggi tale obbligo non è più in vigore in quanto l'attestato di rischio è stato dematerializzato ed è possibile risalire alla classe di merito attraverso la targa del veicolo. Sarà la stessa compagnia a cui si richiede il preventivo ad occuparsi di ciò.

Bonus Malus senza franchigia

L'assicurazione Bonus/Malus può essere con o senza franchigia. La franchigia è una quota di risarcimento che in caso di sinistro resta a carico dell'assicurato. Ad esempio nel caso in cui la franchigia sia di 1000 euro, se l'assicurato provoca un danno uguale o inferiore a tale somma, spetta a lui risarcire il danno. La franchigia può essere assoluta o relativa, nel caso di franchigia relativa l'assicurato è responsabile solo se la somma è uguale o inferiore a quella prevista dal contratto, in caso contrario il risarcimento spetta in toto alla compagnia di assicurazione. Nella franchigia assoluta, la quota prevista dal contratto spetta sempre all'assicurato. L'assicurazione Bonus Malus può essere con o senza franchigia, anche se alcune compagnie di assicurazione non propongono le due formule nello stesso contratto. Tra i vantaggi della franchigia vi è la possibilità di non subire un declassamento nel caso in cui il risarcimento sia a carico dell'assicurato. La franchigia comunque prevede una riduzione del prezzo del premio che solitamente è di circa il 20%. Resta da dire che la maggior parte degli automobilisti, soprattutto se si trovano nelle prime classi di merito preferiscono avere l'assicurazione Bonus Malus senza franchigia.

Il Bonus Malus si applica per i motocicli?

In passato l'assicurazione Bonus/Malus non poteva essere applicata ai motocicli. Una profonda riforma vi è stata nel 1999, ciò grazie all'introduzione dell'obbligo di dotare di targa anche i motocicli. Dal primo giugno del 1999 è quindi possibile avere la polizza assicurativa obbligatoria per i motocicli con l'applicazione del sistema Bonus/Malus.

 

Approfondimenti

 

Per ulteriori informazioni o chiarimenti puoi contattare il nostro servizio clienti al numero 02 55 55 111

Se questa risposta non è stata esauriente scrivi a servizioclienti@facile.it e segnalaci i tuoi commenti: aggiorneremo la risposta al più presto

Preventivo assicurazioni auto