Assicurazione auto: domande e risposte

Assicurazione auto scaduta: come rinnovarla?

Guidare in strada veicoli a motore comporta l'obbligo di stipulare una polizza RCA, questa copre eventuali danni cagionati a terzi, altri automobilisti, pedoni, ciclisti, trasportati, nella circolazione su strada. Trattandosi di una polizza obbligatoria è prevista un'importante sanzione nel caso in cui si contravvenga. Il codice prevede una sanzione da un minimo di 841 euro a un massimo di 3.287 euro. La sanzione comminata può essere ridotta del 30% se si provvede al pagamento entro 5 giorni dalla contestazione e del 40% nel caso in cui si decida di demolire l'auto non assicurata. Nonostante tali riduzioni, resta una multa piuttosto importante. Inoltre nel caso di sinistro non vi è copertura assicurativa, di conseguenza si può essere condannati a risarcire in proprio il danneggiato. Occorre ricordare che il risarcimento viene applicato sia per i danni alle cose sia per i danni alle persone.

Scadenza assicurazione: le tempistiche

Quando scade l'assicurazione? Tutto dipende dal contratto, infatti nella maggior parte dei casi il contratto è annuale con rata semestrale, questo vuol dire che si paga la prima rata al momento della stipula del contratto e la seconda rata dopo sei mesi. Sono disponibili assicurazioni temporanee, anche se con numerosi limiti, ma non possono esservi assicurazioni con una durata contrattuale superiore ai 12 mesi. Nei trenta giorni antecedenti la scadenza contrattuale, l'assicurato riceve dalla compagnia un avviso che avverte della necessità di rinnovare il contratto. Non è più obbligatorio per la compagnia di assicurazione inviare l'attestato di rischio, questo in passato serviva all'assicurato per chiedere ulteriori preventivi, oggi basta inserire il numero di targa del veicolo assicurato nel sistema informatico e le compagnie di assicurazione hanno accesso alla classe di merito e di conseguenza possono stilare un preventivo. Occorre fare attenzione, infatti nel caso di polizza annuale con scadenza della rata semestrale, se non si paga la seconda rata comunque vi sono delle conseguenze, infatti la compagnia alla scadenza della rata non pagata provvede a sollecitare il pagamento. Nel caso in cui questo non avvenga sarà necessario procedere ad un'ingiunzione di pagamento. Deve comunque essere ricordato che se non viene pagata la rata viene meno anche la copertura. Un'alternativa è la sospensione della polizza, che consente di sospendere il pagamento e posticipare la scadenza della rata, naturalmente non si può circolare con il veicolo infatti durante la sospensione non vi è copertura assicurativa. deve essere anche ricordato che nel caso in cui, in seguito all'ingiunzione di pagamento, non si paghi la seconda rata della polizza annuale, si perde il diritto ad ottenere l'attestato di rischio da parte della compagnia di assicurazione e si perde la propria classe di merito, di conseguenza sarà necessario ripartire dalla quattordicesima posizione.

Assicurazione auto scaduta: per quanto tempo vale dopo la scadenza

A volte prima di rinnovare l'assicurazione si preferisce richiedere più preventivi al fine di ottenere un risparmio economico e/o condizioni più vantaggiose, ad esempio un massimale più elevato pagando lo stesso premio proposto dalla compagnia di assicurazione con cui era in vigore il precedente contratto. Ottenere dei preventivi può richiedere del tempo, proprio per questo la legge è intervenuta a tutela del consumatore. In passato se la compagnia entro 15 giorni dalla scadenza contrattuale non riceveva disdetta, vi era il tacito rinnovo della polizza. Oggi il tacito rinnovo non esiste, lo stesso è stato abolito dalla legge 221 del 2012, quindi l'automobilista deve esplicitare l'intenzione di rinnovare la polizza, in caso contrario non vi è copertura assicurativa. Vi è però una mitigazione di tale principio, infatti dal momento della scadenza contrattuale vi è un'ulteriore copertura di 15 giorni, quindi in tale arco temporale, sebbene la polizza sia scaduta, l'auto è coperta e quindi l'automobilista non subisce sanzioni.

Come funziona il rinnovo dell'assicurazione auto

La disciplina del rinnovo dell'assicurazione auto è contenuta nella nuova formulazione dell'articolo 170 bis del Codice delle Assicurazioni Private. Lo stesso è il risultato della riforma del 2012 contenuta nel decreto Sviluppo Bis ed entrata in vigore dal primo gennaio del 2013. La nuova formulazione prevede che il contratto RCA abbia una durata massima annuale. Eventuali clausole contrarie a tale disposizione sono nulle. Inoltre viene abolito il tacito rinnovo, questo vuol dire che l'assicurato deve provvedere in modo esplicito a rinnovare la polizza auto al termine del periodo contrattuale, sia se decide di restare con la stessa compagnia di assicurazione, sia se decide di cambiare compagnia. In precedenza chi non voleva rinnovare l'assicurazione con la stessa compagnia era obbligato a disdire il contratto almeno 15 giorni prima della scadenza. In caso contrario era previsto il tacito rinnovo dello stesso. Oggi è possibile cambiare assicurazione anche dopo la scadenza della precedente, basta recarsi presso una compagnia, oppure rivolgersi a una compagnia online, non occorre presentare attestato di rischio perché basta il numero di targa del veicolo da assicurare per risalire alla classe di merito e quindi stipulare un nuovo contratto. Nel caso in cui fosse impossibile risalire alla classe di merito, l'attestato può essere richiesto alla compagnia di assicurazione precedente.

Quanto tempo serve per rinnovare l'assicurazione auto

Rinnovare l'assicurazione auto richiede pochi minuti, infatti utilizzando i comparatori è possibile inserire i propri dati sul sito e in pochi minuti si ottengono diversi preventivi. A quel punto sarà possibile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e concludere il contratto online oppure recarsi presso una compagnia di assicurazione. Anche in questo casi in pochi minuti è possibile avere la stipula del contratto di assicurazione.

 

Approfondimenti

 

Per ulteriori informazioni o chiarimenti puoi contattare il nostro servizio clienti al numero 02 55 55 111

Se questa risposta non è stata esauriente scrivi a servizioclienti@facile.it e segnalaci i tuoi commenti: aggiorneremo la risposta al più presto

Preventivo assicurazioni auto